Ricordare Joyce Lussu a 19 anni dalla sua scomparsa.

download

Il 4 Novembre di 19 anni fa, ci lasciava un personaggio straordinario.
Antifascista, partigiana, scrittrice, traduttrice, storica, cittadina del mondo.

CHI HA DETTO CHE LA VITA E’ BREVE?

“Non è vero niente

La vita è lunga quanto le nostre azioni

generose

quanto i nostri pensieri

intelligenti

quanto i nostri sentimenti

disinteressatamente umani.

La vita

è infinita.

Chi ha detto che la gioventù non dura?

Certo, ci sono anche i vecchi.

Ci sono i nazionalventenni

i mercenari e i razzisti

ci sono gli opportunisti di tutte le età

e i pensionati cronici

che pensan solo alla carriera

ci sono le rughe devastanti

dell’avidità di soldi e di potere.

Ma l’esperienza che non ha corroso

lo slancio

l’ironico disincanto

che non fa amare meno gli uomini

la saggezza

che combatte in prima linea

con gli occhi aperti sul futuro

sono l’alloro e l’elce

verdi

estate e inverno”

Joyce Lussu

Continue Reading

28 Ottobre 1922: la marcia su Roma

Il 28 Ottobre di 95 anni fa, i fascisti marciarono su Roma con l’intento di istituzionalizzare la loro ideologia di paura e di morte. Oggi, qualcuno cerca di riportare in auge quei momenti nefasti della nostra storia. Joyce avrebbe detto, a gran voce, NO.

 

22788772_184076632158726_7633685581987006037_n

“Le elezioni del ’21 furono molto movimentate e noi bambini andavamo a scuola con un pezzo di carbonella in tasca con cui scrivevamo sui muri: abbasso il fascio, abbasso Mussolini, w la Repubblica e altre cose consimili. Un giorno che pubblicavo così le mie opinioni politiche su un muro vicino a casa, vidi un giovanottone con la camicia nera, ben vestito e coi capelli impomatati, in piedi accanto a me. “Di’ viva il fascio e viva Mussolini” mi disse sorridendo. Siccome tacevo, mi dette due manrovesci “Di’ viva il fascio e viva Mussolini!” ripetè. Ma io sarei morta piuttosto che perdere la stima dei miei genitori. “Morte al fascio!”, singhiozzai tra le lacrime. mi arrivarono altri due ceffoni che quasi mi svitarono la testa.”

Joyce Lussu, “Portrait”.

Continue Reading

Joyce Lussu: un ponte verso l’altro

Sabato 4 Novembre 2017.
Casa delle Culture, Ancona, Ex Mattatoio Vallemiano.

JOYCE LUSSU: UN PONTE VERSO L’ALTRO.

L’evento proposto ha come obiettivo quello di presentare la scrittrice marchigiana Joyce Lussu nella sua veste di “traghettatrice di Culture”, colei che ha saputo dare voce in Italia ai vari movimenti anticolonialisti del mondo, facendo proprie le disgrazie, ma anche le speranze, di tutti quei popoli schiacciati dalla cosiddetta “legge del più forte”. Verranno lette poesie e testi tratti dalle opere poetiche e saggistiche di Joyce Lussu, per poi passare alle sue particolari traduzioni degli scritti di Nazim Hikmet, Agostinho Neto, Ho Chi Minh e dei poeti, Albanesi, Africani, Eschimesi, fino ad arrivare ai giorni d’oggi con l’ interessante situazione del Rojava e di tutti i poeti-combattenti.

Saluti di Stefania Zepponi
Portavoce Casa delle Culture

Prof. Valerio Cuccaroni
Moderatore e Presidente dell’Associazione Nie Wiem

Intervengono:
Prof.ssa Gilda Traini
Membro del direttvo del Centro Studi Joyce Lussu

Dott.ssa Giorgia Gabbolini
Studiosa di Joyce Lussu
“Ecco che la poesia diventa l’arma più forte e rivoluzionaria, l’unico e vero strumento di libertà: un vero poeta non canta la rivoluzione: fa la rivoluzione cantando!”

 

Joyce Lussu- un ponte verso l’altro. (4)

Continue Reading

12° Premio “Renato Benedetto Fabrizi” conferito al “Centro Studi Joyce Lussu”

Il 25 Settembre 2016 il Comitato ANPI della sezione di Osimo (AN) ha conferito al “Centro Studi Joyce Lussu” il 12° Premio “Renato Benedetto Fabrizi”: “per aver compiuto uno straordinario lavoro di divulgazione e sensibilizzazione verso le tematiche femminili nel ricordo delle opere di una grande donna partigiana” che nell’arco di tutta la sua vita si è impegnata in difesa dei più deboli, dell’ambiente e della pace.

Motivazione del 12° Premio Renato Benedetto Fabrizi conferito al Centro Studi Joyce Lussu
Motivazione del 12° Premio Renato Benedetto Fabrizi conferito al Centro Studi Joyce Lussu
Membri del Direttivo del Centro Studi Joyce Lussu
Membri del Direttivo del Centro Studi Joyce Lussu
Targa 12° Premio Renato Benedetto Fabrizi
Targa 12° Premio Renato Benedetto Fabrizi

 

Continue Reading

Premiazione documentario “Il lungo viaggio di Joyce Lussu”

Fonte: La Nuova Riviera

SAN BENEDETTO DEL TRONTO • Dopo l’inaugurazione alla XXI Triennale di Milano e la sinergia con Cinemadamare che ha visto arrivare nella nostra città cento giovani filmakers provenienti da diverse parti del mondo per realizzare corti sul Piceno, entra nel vivo la 23^edizione della Rassegna del Documentario Premio ‘Libero Bizzarri’. La manifestazione quest’anno ha come filo conduttore il tema “Medi(con)terraneo: riflessioni di culture in movimento’, dove il Mediterraneo è inteso come luogo di approdi e partenze, nonché punto di connessione fra rappresentanti di culture diverse che possono interagire anche all’interno di una “città-porto” come San Benedetto del Tronto.

Il programma della settimana dal 9 al 16 luglio si svilupperà all’interno della Palazzina Azzurra dove, ad aprire ogni serata del Festival, sarà “Stile Libero. Omaggio a Libero Bizzarri”, retrospettiva dedicata al regista italiano a trent’anni dalla sua scomparsa, seguita dalla proiezione dei documentari inerenti il concorso ItaliaCortoDoc. Gli eventi di sabato 9 luglio inizieranno alle ore 21 con ‘Flamenco: il ritmo del Mediterraneo’, sequenze tratte dai film Flamenco (1995) e Flamenco (2010) di Carlos Saura, ed un videomessaggio del regista Giuliano Montaldo, guest director del Premio Bizzarri 2016 e presidente di giuria delle sezioni Italia Doc e ItaliaCortoDoc. Seguiranno le proiezioni con relative premiazioni dei Corti dal Piceno, girati dai filmakers di Cinemadamare nel nostro territorio. La serata sarà condotta da Franco Rina, giornalista di La7 e direttore di Cinemadamare.

“Abbiamo stretto accordi con scuole di cinema internazionale che hanno alimentato la nostra banca di vernissage e tirocini. Siamo riusciti ad ottenere un corso Master di due anni all’interno della facoltà sperimentale di cinematografia di queste scuole, i cui posti studio saranno attribuiti ai migliori trentasette filmakers che verranno scelti nella selezione finale.”,informa Franco Rina.

Ci saranno due incontri denominati “AperitivoInDoc”: domenica 10 luglio alle 19:00, a cura di Andrea Fioravanti, con protagonista lo scrittore e regista Italo Moscati che presenterà il suo libro “Fellini&Fellini. L’inquilino di Cinecittà”; venerdì 15 luglio alle 19:00, “Inventario delle cose certe”, incontro con la poesia di Joyce Lussu a cura di Alfredo Luzi (Università di Macerata) con letture di Flavia Mandrelli. Grande attesa anche per la premiazione dei documentari ItaliaDoc: venerdì 15 luglio verrà premiato nella sezione ItaliaDoc Poesia “La mia casa e i miei coinquilini. Il lungo viaggio di Joyce Lussu” di Marcella Piccinini; sabato 16 luglio riceverà il Premio ItaliaDoc Arte “Andrea Pazienza. Fino all’estremo” di Paolo Caredda nel 60° dalla nascita del geniale artista Andrea Pazienza; mercoledì 27 luglio sarà la volta del Premio ItaliaDoc Medi(con)terraneo attribuito a ‘Fuocoammare’ diretto da Gianfranco Rosi nel 2016 e premiato nello stesso anno con l’Orso d’oro per il miglior film al Festival di Berlino. La proiezione del film, prevista al Circolo Nautico, è realizzata in collaborazione con il GUS-Gruppo Umana Solidarietà.

Numerosi gli eventi che caratterizzano la 23^edizione del Premio Bizzarri, tra cui la serata omaggio a Giuliano Montaldo (domenica 10 luglio) condotta da Italo Moscati, con la proiezione del film “Sacco e Vanzetti”(1971) , vicenda realmente accaduta ai due anarchici italiani Nicola Sacco e Bartolomeo Vanzetti, interpretati da Gian Maria Volontè e Riccardo Cucciolla, emigrati negli Stati Uniti nei primi del Novecento e condannati ingiustamente. Lunedì 11 luglio è previsto l’interessante incontro “La graine et le mulet – Scambi tra mare e terra” con Antonio Attorre, presidente onorario di Slow Food Marche. In programma anche sequenze tratte da Italianamerica di Martin Scorsese, Mediterraneo di Gabriele Salvatores, Contadini del mare di Vittorio De Seta, La vita agra di Carlo Lizzani. Nella serata di martedì 12 luglio il Premio Bizzarri si “sposta” al Circolo Nautico dove avrà luogo l’incontro con il filosofo, politico e accademico italiano Massimo Cacciari, nell’ambito della settima edizione del Festival “Piceno d’Autore” organizzato dall’Associazione “I luoghi della scrittura” presieduta da Mimmo Minuto. La sinergia instaurata dal “Bizzarri” con Piceno d’Autore prosegue anche nella settimana dal 18 al 24 luglio, durante la quale la Fondazione Bizzarri proietterà i documentari “Visioni Medi(con)terranee” all’interno del Festival Piceno d’Autore quest’anno dedicato al tema “L’uomo, il sacro, il divino”.

Mercoledì 13 luglio è previsto un incontro con il regista Silvano Agosti e la proiezione de “Il fascino dell’impossibile”, documentario girato all’interno dell’Oasi, struttura ospedaliera specializzata nella ricerca sul ritardo mentale e centro di ospitalità e terapia riservato ai disabili. Spazio a “Il Mediterraneo e la Macroregione Adriatico-Ionica”, giovedì 14 luglio, riflessioni sul ruolo fondamentale e strategico della Macroregione Adriatico Ionica per la realizzazione di progetti culturali grazie all’attivazione dei Fondi Europei 2014-2020 disponibili. La serata di sabato 16 luglio è dedicata alle premiazioni dei documentari in concorso, ed include anche l’omaggio all’artista torinese Ugo Nespolo, autore dell’immagine della 23^edizione della Rassegna e del cortometraggio ‘Shades on the couch’; la presentazione del libro ‘Il giorno dopo’ di Andrea Iacomini, portavoce Nazionale Unicef Italia, realizzata in collaborazione con il Comitato Unicef Ascoli Piceno.

La sessione estiva del ‘Bizzarri’ si concluderà, il 15 agosto in Piazza Nardone, con la proiezione in anteprima del documentario ‘La Porta Santa della Misericordia di Paolo Annibali’, realizzato con la regia di Enrico Melonari e la Produzione della Fondazione Bizzarri. Il Festival tornerà nel periodo autunnale, il 27 e 28 ottobre al Teatro Concordia, con la premiazione dei concorsi PiowebClipContest, DocCinemAutismo, MediaEducazione.

Continue Reading